Digital Packaging

Digital Packaging

20 Giugno 2021 Off Di Marco

La rivoluzione 4.0 sta investendo anche il settore degli imballaggi, con l’introduzione della stampa online. La stampa online è una nuova metodologia di stampa che cambia le regole del gioco, permettendo alle imprese di avvicinarsi maggiormente al consumatore finale. In realtà, la stampa online è solo una delle tante trasformazioni che il mondo del confezionamento di prodotto sta vivendo in questi ultimi anni. L’evoluzione della packaging industry è infatti trainata dalle tecnologie 4.0, che danno vita al cosiddetto digital packaging.

Cos’è il Digital Packaging?

Cosa si intende quando si parla di digital packaging? Il digital packaging fa riferimento all’utilizzo delle nuove tecnologie per la produzione di imballaggi di nuova generazione. Si possono esplorare dunque nuove frontiere del packaging. Si inizia a parlare di active packaging (packaging attivo), ovvero di imballaggi che migliorano la shelf-life del prodotto grazie alle componenti del packaging, si sente discutere a proposito di smart packaging, che attraverso la digitalizzazione del contenitore permette di amplificare il rapporto consumatore-prodotto, si tratta di packaging intelligente, che fornisce indicazioni sullo stato di conservazione del prodotto, e da tempo ormai si discorre, appunto, di stampa digitale.

I vantaggi della stampa digitale

Senza soffermarci sulle caratteristiche tecniche della stampa digitale, proviamo ad analizzare i vantaggi nell’utilizzo di tale metodo. Innanzitutto, il vantaggio principale della stampa digitale consiste nella riduzione dei tempi. Il passaggio dal file grafico alla prima copia è pressoché immediato. Inoltre, eventuali modifiche possono essere fatte in tempi brevissimi per avviare poi la stampa della tiratura completa. Ciò consente alle imprese di lanciare rapidamente sul mercato anche nuovi prodotti e ovviare rapidamente agli errori commessi.

La stampa digitale permette inoltre di ridurre i costi. Le tecnologie tradizionali sono legate ad impianti costosi, sia in termini di materiali sia in termini di tempi di produzione. Nella stampa analogica, per raggiungere il break even (punto di pareggio) sono necessarie tirature minime molto ampie. La stampa digitale, invece, permette di ridurre drasticamente le tirature minime necessarie, riducendo anche il rischio di una produzione eccessiva rispetto alle vendite. Si generano meno scarti (la produzione sta diventando on-demand) e meno rimanenze di magazzino.

Infine, la rapidità e la riduzione dei costi portano al vantaggio principale della stampa digitale: la personalizzazione. Non esistono più lastre e processi lenti e macchinosi della stampa analogica. Ora le modifiche di design e dell’oggetto possono essere fatte alla svelta a costi sostenibili. È possibile addirittura creare un packaging personalizzato a livello individuale, facendo aumentare notevolmente la brand engagement dell’impresa.

Queste funzionalità aprono nuove prospettive di business, che permettono di reinventare il concetto di packaging.

Fonte: www.blueboxquattropuntozero.it